Follow by Email

sábado, 15 de marzo de 2014

ELSA MARTIN - FRIULI VENEZIA GIULIA - ITALIA


 
vERsO
opera prima e spettacolo di Elsa Martin  




"Quante parole contiene una parola?
E per ognuna più significati.
La parola vERsO si può scomporre in ore, ero, servo, reso, reo, rose, eros, so, se, reo, vo,vero, ...
ed il tutto dà “verso”, come la parte di una poesia, come un suono e richiamo  come la direzione in cui vogliamo accompagnarvi con la nostra musica...
"




Uno spettacolo di musica, immagini e narrazione per presentare la sua opera prima , il cd vERsO, in cui la cantautrice Elsa Martin esprime l’intenso e complesso mondo friulano di oggi come sintesi fra tradizione e innovazione.

I tredici brani del cd, sei della tradizione, sei originali e una cover come ghost track, si trasformano in spettacolo dall’omonimo titolo vERsO, progettato assieme al chitarrista, compositore ed arrangiatore Marco Bianchi.

Dei sei brani della tradizione presenti nel cd vERsO, tre sono riletti e interpretati da Elsa Martin in base a un’attenta considerazione sulla loro origine ed evoluzione. Gli altri tre vengono cantati da un trio femminile di canto spontaneo, il Trio vocale di Givigliana.
I sei brani originali in friulano ed italiano invece, sono stati composti da Elsa Martin, assieme a Stefano Montello (testi) e Marco Bianchi (arrangiamenti). Vi è infine una cover, la Ninna Nanna di Bruno Lauzi, omaggio al grande cantautore italiano.

Esso Viene definito dalla critica musicale come “una tra le migliori sorprese di questo 2012 (Bielle)”, “Cantato e suonato splendidamente si avvale di armonie decisamente accattivanti (Late for the sky)”, “un piccolo capolavoro si bellezza (Shiverwebzine)”, “un album stilisticamente creativo, che contiene personalità e sentimento (Coolclub),” Ascoltando questo disco si comprende che alla fonte è stato fatto un intenso lavoro (Bravo.it)”,
un album d’esordio che ha del miracoloso (Blow up”),musica sottile, acustica e raffinata (Il Buscadero)”, “Una notevole opera prima, (Alias, Il Manifesto)”, Un album dalla bellezza inaspettata, mix di originalità e tradizione che sfida i tempi duri della musica d'autore mettendo poesia nei i testi (tracce.it)”.

Tradizione e innovazione convivono e dialogano: la prima diviene punto di partenza, radici profonde, materiale ricco a cui tornare con sguardo ed orecchie attenti, poiché solo la propria lingua d’origine è in grado di tradurre certi sentimenti e stati d’animo profondi. La seconda rappresenta il verso, la direzione da intraprendere, facendo tesoro di ciò che siamo stati: ecco il perchè del titolo “vERsO”, termine che racchiude il verbo “ero”, chiaro riferimento al passato, ma che nel complesso significa direzione, orientamento, tensione.

Le tracce del cd “vERsO”, sono state prodotte da Alberto Roveroni ed Effettonote di Milano e registrate presso Effettonote (MI), Chelalè (UD) e Qrecording studio (MI). In esse passato e presente rivivono e convivono, generazioni musicali differenti si sorridono e la storia continua. Si racconta ciò che si era, ciò che si è, ciò che si vorrebbe diventare: tensione vibrante, vERsO.



LINE UP:


Elsa Martin: voce, percussioni
Marco Bianchi: chitarra classica, effetti


Elsa Martin
Artista raffinata ed istrionica, definita “giovane intellettuale della musica italiana”,si è diplomata in musica jazz con il massimo dei voti e la lode presso il Conservatorio di Klagenfurt (Austria). Ha avuto modo di confrontarsi con personalità di livello mondiale quali Tran Quang Hi, Friedrich Glorian, Tapa Sudana, Joji Hirota, Tadashi Endo e recentemente col pianista etno-jazz armeno Karen Asatrian. Nel 2006 ha partecipato, ospite della cantante brasiliana Rosa Passos, al Festival Internazionale Jazz delle Canarie ed è stata protagonista di numerose esibizioni in Italia e allestero. È musicista rappresentante il Friuli Venezia Giulia nel progetto “Porta parola‐ ambasciatori in musica”, ideato dal giornalista Sandro Petrone. Ha E’ protagonista assieme al cantautore Giò D Tonno, al regista Marco Caronna e al pianista ed arrangiatore Valter Sivilotti dello spettacolo “Talk Radio”.Ha composto musiche per spettacoli teatrali. La cantautrice si fa apprezzare dal grande pubblico aprendo concerti come supporter per artisti tra cui Alice. L’album vERsO è stato finalista delle Targhe  Tenco nella sezione “Opera Prima” (2012).
E’ vincitrice assoluta  Premio Parodi 2012, dedicato alla world music, del Premio della Critica, Premio Miglior Musica e Premio assegnato dalla giuria dei bambini.
L’album si è classificato 3° al Premio Nazionale Città di Loano per la Musica Tradizionale italiana 2013, il più importante riconoscimento alla migliore produzione discografica di musica etnica-world-tradizionale.
Le è stata assegnata la menzione speciale per la "migliore interpretazione" al Premio Bindi 2013, e si è classificata al 2°posto al Biella Festival 2013.


Marco Bianchi (chitarre, arrangiamenti)
Talento precoce, inizia la sua attività musicale negli anni ‘90 suonando con varie rock bands e vincendo diversi premi tra cui “Pagella Rock” e nel 2001 il “Guitar Contest”. Musicista dallo stile personalissimo in cui convivono notevoli doti tecniche accanto al piglio dell'arrangiatore, Marco si contraddistingue per ricercatezza melodica e armonica insieme ad un utilizzo timbrico e percussivo dello strumento. Ha suonato con artisti come David Massey e Bob SingletonAnna Tatangelo, Gigi Finizio, Mal e Steven Slacks. Collabora attualmente con numerosi artisti ed in particolare con Elsa Martin e con il pianista armeno Karen Asatrian. Ha studiato chitarra jazz con Gaetano Valli e Francesco Bertolini. Ha conseguito con lode il diploma in chitarra Jazz presso il Conservatorio di Klagenfurt. Attualmente studia chitarra Jazz al Conservatorio di Adria. Ha approfondito gli studi di arrangiamento Jazz con Ed Partyka al Conservatorio di Graz. Inoltre ha seguito workshops con Kurt Rosenwinkel, Sandro Gibellini, Joey Calderazzo, Salvatore Bonafede, Scott Colley e Bill Dobbins. Ha composto musiche per spettacoli teatrali. Ѐ coautore ed arrangiatore dell'album vERsO, finalista alle Targhe Tenco 2012.





BIOGRAFIA ELSA MARTIN

Sin da piccola Elsa Martin manifesta una spiccata propensione verso il mondo della creatività nelle sue varie forme e presto inizia a cantare a più non posso,accompagnandosi alla chitarra. Il canto e la musica ben presto divengono esigenza e con essi la naturale propensione a stare al centro dell’attenzione. Tutto perciò ebbe inizio.


Artista raffinata ed istrionica, definita “giovane intellettuale della musica italiana”, si è diplomata in musica jazz con il massimo dei voti e la lode presso il Conservatorio di Klagenfurt (Austria). Ha avuto modo di confrontarsi con personalità di livello mondiale quali Tran Quang Hi, Friedrich Glorian, Tapa Sudana, Joji Hirota, Tadashi Endo, Karen Asatrian,.... Nel 2006 ha partecipato, ospite della cantante brasiliana Rosa Passos, al Festival Internazionale Jazz delle Canarie ed è stata protagonista di numerose esibizioni in Italia e allestero Diplomati in musica jazz col massimo dei voti e la lode presso il Conservatorio di Klagenfurt (A), hanno già avuto modo di confrontarsi con personalità di fama nazionale ed internazionale (Rosa Passos, Karen Asatrian, Giò Di Tonno, Valter Sivilotti, Oscar Del Barba,..) e di esibirsi in tutta Italia e all'estero in prestigiosi contesti (Festival jazz delle Canarie, l'European Jazz Expo a Cagliari, Sonal'aba, Rebeccu Film Festival, Negro Festival, Folkest, Carniarmonie, Canzoni di Confine, NoteNuove, Udine jazz, Festival Jazz di Linz, Madame Guitar, ..) oltre che di farsi apprezzare dal grande pubblico come supporter di artisti di fama internazionale come Alice e Al Di Meola.
È musicista rappresentante il Friuli Venezia Giulia nel progetto “Porta parola‐ ambasciatori in musica”, ideato dal giornalista Sandro Petrone.E’ protagonista assieme al cantautore Giò D Tonno, al regista Marco Caronna e al pianista ed arrangiatore Valter Sivilotti dello spettacolo “Talk Radio” (Canzoni di Confine 2013).
L’amore per la scrittura in musica la porta ad inoltrarsi anche in altri ambiti di sperimentazione: scrive musiche per il teatro e ne diviene protagonista in veste di attrice-cantante (“Life: c’è sempre un’altra possibilità”di e con Alessandro Mistichelli).

Nel maggio 2012 è stato pubblicato l’album d’esordio intitolato “vERsO”, contenente brani di sua composizione accanto a melodie popolari friulane, arrangiato dal chitarrista Marco Bianchi e prodotto Alberto Roveroni ed Effettonote di Milano.
L’album vERsO è stato finalista delle Targhe  Tenco nella sezione “Opera Prima” (2012) e si è classificatoal "Premio Nazionale Città di Loano per la Musica Tradizionale italiana" (2013), il più importante riconoscimento discografico per la musica tradizionale/etnica/world in Italia.

E’ vincitrice assoluta del Premio Parodi 2012, dedicato alla world music, del Premio della Critica, Premio Miglior Musica e Premio assegnato dalla giuria dei bambini.
Ha ricevuto la menzione speciale per la "migliore interpretazione" conferita dalla giuria di esperti musicali alla finale del Premio Bindi 2013.
Si è classificata al 2° posto al Biella Festival 2013.


L'album vERsO viene definito dalla critica musicale come “una tra le migliori sorprese di questo 2012 (Bielle)”, “Cantato e suonato splendidamente si avvale di armonie decisamente accattivanti (Late for the sky)”, “un piccolo capolavoro si bellezza (Shiverwebzine)”, “un album stilisticamente creativo, che contiene personalità e sentimento (Coolclub),” Ascoltando questo disco si comprende che alla fonte è stato fatto un intenso lavoro (Bravo.it)”,
un album d’esordio che ha del miracoloso (Blow up”),musica sottile, acustica e raffinata (Il Buscadero)”, “Una notevole opera prima, (Alias, Il Manifesto)”, Un album dalla bellezza inaspettata, mix di originalità e tradizione che sfida i tempi duri della musica d'autore mettendo poesia nei i testi (tracce.it)”.






Dicono di lei

giovane e brillante intellettuale della musica italiana, è una garanzia di novità genuine per gli anni avvenire (Giovanni Choukhadarianbush)
Con intelligenza creativa si esprime con una Koinè musicale sia mediterranea, sa nordica ma mai meno interessante e con una voce di tutto rispetto (Alias – Il Manifesto)”
voce elegante e bellissima in grado di infondere nelle canzoni non solo un’intensa interpretativa eccezionale, ma accenti musicali assai particolari, che prendono sia dalla Joni Mitchell del secondo periodo, sia dalla tradizone del jazz vocale americano (Blow up)”.
vocalità bella, aperta, ricca di colori e sfumature estremamente raffinate ed interessanti (Tracce.it).
artista intelligente, tenace, colta, da una scelta artistica decisamente personale ed originale (Il Quotidiano di Udine)”.
Le sue canzoni sono musicalmente complete. Non si limitano al pattern classico, ma ogni intuizione, nel corso dello sviluppo melodico, saprebbe caratterizzare una canzone a sé. Creatività senza risparmio di forze. (Il Messaggero Veneto)”.
Possiede capacità interpretativa e vocalità straordinarie (Giò Di Tonno”).

Riferimenti web:

Sito Ufficiale http://elsamartin.it