Follow by Email

lunes, 30 de mayo de 2011

ORONZINA TALESCO - Tres nuevas poesías

DESTINO

Se tu non ci fossi
attraverserei mille deserti
per poterti cercare
e incantevoli tramonti
per continuare a sognare.
Chiuderei i miei sogni
fuori dal mondo
 li adagerei  sulle ali
del destino
e li lascerei volare via,
lontano,
in un mondo dove la malinconia
non mi tiene piu' per mano.
Nella speranza infinita
di una nuova vita
che mi riporti di nuovo a te,
perche' sei tu l'amore che voglio
un amore
che splende come il sole
che  illumina  la mia anima
con i suoi caldi riflessi di colori.
Sfoglio le pagine sgualcite
della mia vita
e mi accorgo di essere sola,
non  mi resta altro che
l'essenza del tuo profumo
che mi impregna l'anima,
il ricordo del tuo sorriso,
il calore dei tuoi forti abbracci
che mi avvolge ancora,
quelle forti emozioni
che si scioglievano dentro
insieme ai tuoi baci,
e la promessa di un amore,
quell'amore
che mi riempie ancora
i battiti del cuore.
(Oronzina Talesco)

Come Gabbiani

Solo con te'
vorrei parlar d'amore,
di passione,
di un grande sentimento,
di un sogno ormai vicino
avvolto in un raggio di luce
che penetra dentro,
si fonde tra il respiro
e l'anima,
e scende fino al cuore,
dove la speranza
affonda tutte le paure
in un mare di emozioni,
e il tuo amore parlera'
finalmente al mio cuore.
Come due gabbiani
prenderemo il volo,
percorreremo insieme
le vie del mondo
senza mai stancarci,
finche troveremo
la spiaggia dei nostri sogni
dove potremo fermarci.
Ti dedichero' tutta me' stessa,
e ti dimostrero'
quanto sei importante per me',
e con mille baci
e infinite carezze
apriro' il tuo cuore,
per farci entrare
un caldo raggio di sole,
dove il nostro amore
potra' vincere emozioni
che ci esplodono dentro,
come di un palpito
continuo nel petto.
Avvolti in un silenzio
che ci fa' sognare,
tra mille carezze
e tante emozioni,
racchiuderemo per sempre
questo amore
nello scrigno del nostro cuore

Notti d'estate

Ricordo ancora
quelle calde notti d'estate,
giocavamo a rincorrerci,
a piedi nudi sulla sabbia
in riva al mare.
Mi lasciavo prendere da te',
mi piaceva quando mi
avvolgevi tra le tue braccia,
e mi stringevi forte.
Sentivo lievemente
alieggiare il tuo respiro
sul mio collo,
e mentre mi baciavi,
affondavi le tue mani
tra i miei capelli lunghi.
Ci lasciavamo accarezzare
dal vento caldo
della nostra giovinezza.
Come polvere di diamanti,
i miei occhi si riflettevano
nei tuoi,
e con il tuo sguardo
mi spogliavi l'anima,
cosi' che rincorreva in me',
la speranza
di un sogno lontano.
Ora che vorrei ritornare
quella che ero,
la passione che era in me'
si arrende,
attendendo con ansia
un tramonto,
dove si susseguono ricordi,
che hanno il sapore
di una gioventu'
svanita nella notte,
dove rincorro i lunghi sentieri
della mia solitudine.                                  




 Dibujos de Vincenzo Carofalo
Del sitio en Facebook de Oronzina Talesco

No hay comentarios:

Publicar un comentario